Skip to content

Il filo della protesta che unisce padri e figli ed il fatalismo

06/18/2013

Le proteste contro il rincaro delle tariffe dei mezzi pubblici e l’eccesso di spese per la Coppa delle Confederazioni e quella del Mondo ormai coprono tutto il Brasile. Ci sono manifestazioni in tutte le città, represse con maggiore o minore violenza dalla polizia.

La presidenta Dilma si affretta a dichiarare che le manifestazioni pacifiche sono legittime e proprie della democrazia, il ministro Gilberto Carvalho aggiunge che la democrazia è complessa e che qualsiasi manifestazione deve richiamare l’attenzione di chi governa e porre domande.  Intanto la repressione è stata forte, tanto da spingere molte persone, padri e madri, a tornare in piazza a protestare dopo molti anni proprio per l’eccesso di violenza usata dalla polizia per allontanare i manifestanti.

L’aumento del prezzo del biglietto ben oltre il livello d’inflazione è stato il pretesto, si sono aggiunte ragioni legate all’eccesso di spese previste per le manifestazioni sportive, alla contestazione delle grandi opere previste e degli interventi di allontanamento di coloro che abitano le aree dove sorgeranno.

Si diffondono interrogativi sull’effettiva necessità di molte opere e sui costi di riutilizzo o demolizione al termine delle manifestazioni. Questioni non nuove, a noi familiari, che ne costituiscono l’altra faccia, quella che riguarda l’utilità di certe scelte e le ricadute in termini di costi e consumo di suolo per la collettività.

L’urbanista portoghese Nuno Portas, che realizzò progetti a Rio negli anni ’90 ed è stato incaricato di un progetto per il Centro, mette in guardia “Rio deve essere prudente. Ma questo è come dire ad una persona “non fare questo”, perché è proprio quello che andrà a fare“.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: