Skip to content

Tentazione e contromisure

09/13/2012

Mr. Obama must resist the temptation. Anzi la prima contromisura da adottare dopo l’attacco di Bengasi in cui è morto l’ambasciatore americano Chris Stevens (a man who really understood the Arabs as many of his colleagues do not, R. Fisk) – invece di mandare i droni – è quella di andare a prendere il film-maker  (autore del diberatamente offensivo Innocence of Muslims) ed il pastore texano (che voleva bruciare il Corano) e portarli direttamente a Guantanamo con l’accusa di attacco alla sicurezza degli USA. Poi chiedere a tutti i paesi amici adottare le stesse misure cautelari con tutti i reazionari locali (ad esempio per l’Italia Roberto Calderoli e gli istigatori di vendette). Perché di fondamentalisti ce ne sono fin troppi in giro, da tutte le parti, ed abbiamo capito fin troppo bene il ruolo che vogliono giocare, perché the provocateurs know that politics and religion don’t mix.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: