Skip to content

L’Aquila prima e dopo

03/28/2012

“il silenzio che c’è per le strade. Non passa nessuno, non c’è nessuno. Non ci sono i bambini che giocano, le donne che vanno a fare la spesa, la gente che va in ufficio. C’erano solo quattro cani abbandonati che giravano. E io, che sono abbastanza vecchio, mi ricordo a Roma com’era San Lorenzo dopo il bombardamento degli americani. Avevo 14 anni ed era la stessa cosa. I cani randagi che giravano la città abbandonati, le case puntellate e questo silenzio di morte”.

L’Aquila prima e dopo, il nuovo libro del grande maestro della fotografia Gianni Berengo Gardin, in libreria dal 5 aprile, sarà presentato in anteprima nazionale a L’Aquila martedì 3 aprile alle 17:30. Sala Conferenze Carispaq “E. Sericchi”, Centro Direzionale “Strinella 88” in via Pescara 2.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. jasminelm permalink*
    03/29/2012 07:08

    vero, è un’assenza, quella delle persone, degli abitanti che abitavano quei luoghi e che oggi sono diventati invisibili. Cervellati e Settis a proposito dell’Aquila parlano di Ercolano del XXI secolo.

  2. sergio maritato permalink
    03/28/2012 20:15

    L’ovvio, l’evidente: il dilemma è la rappresentazione dell’invisibile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: