Skip to content

Bologna, un tempo lungo 31 anni

08/02/2011
tags:

L’orologio della giustizia è fermo, da trentun anni.
Ogni volta che passo dalla stazione di Bologna, quello squarcio della sala d’aspetto, il buco nel pavimento, sono una ferita della mia memoria e di quella di tutti noi italiani. Ma l’insulto più grave è l’assenza di verità e giustizia dopo tanti anni, per i depistaggi, i silenzi ed i segreti di stato.
Siamo un paese costretto a coltivare la memoria dei morti e non il riscatto della loro giustizia.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: